l disturbo da sintomi somatici è caratterizzato da molteplici disturbi fisici persistenti che sono associati a pensieri eccessivi o disadattivi, sentimenti e comportamenti in risposta a questi sintomi. I sintomi non sono prodotti intenzionalmente o simulati e possono accompagnare o meno una malattia medica nota. La diagnosi si basa sull’anamnesi del paziente e, occasionalmente, dei membri della famiglia. Il trattamento mira a stabilire una relazione medico-paziente costante e di supporto, che eviti di esporre il paziente a test diagnostici e terapie non necessari.
Alcuni disturbi somatici distinti in precedenza, disturbo di somatizzazione, disturbo somatoforme indifferenziato, ipocondria e disturbo del dolore somatoforme, sono ora considerati disturbi da sintomi somatici. Tutti hanno caratteristiche comuni, compresa la somatizzazione, l’espressione di fenomeni mentali mediante sintomi fisici (somatici).
I sintomi possono essere o non essere associati ad un altro problema di salute; i sintomi non devono più essere inspiegabili dal punto di vista medico ma sono caratterizzati dal paziente che ha al riguardo pensieri, emozioni e preoccupazioni sproporzionatamente eccessivi. A volte i sintomi sono sensazioni normali del corpo o senso di disagio che non sottendono ad un disturbo grave.
I pazienti non sono di solito consapevoli dei loro problemi mentali sottostanti, credono di avere disturbi fisici, pertanto in genere continuano a fare pressioni sui medici per sottoporsi a nuovi esami e trattamenti o ripetere quelli già effettuati, anche dopo che un accurato esame clinico è risultato negativo.

Contattaci con WhatsApp